ifa2012_mentors

IFA 2009: i mentors

IFA 09, piattaforma di incontro tra giovani performers e protagonisti della scena internazionale, ospiterà in qualità di Mentors gli artisti Rosa Casado e Mike Brookes (Madrid-United Kingdom), Cláudia Dias (Lisbona), Gustavo Frigerio (Roma), Aydin Teker (Istanbul), Jan Ritsema (Francia).

18 > 27 Maggio, Rosa Casado e Mike Brookes
Rosa Casado (Spagna) e Mike Brookes (UK) sono due artisti indipendenti e lavorano insieme dal 2000. Hanno sviluppato insieme delle pratiche artistiche sul lungo periodo focalizzate su azioni context-specific e live-art. La loro collaborazione ha prodotto numerosi lavori, tra i quali le performance Paradise 2 – the incessant sound of a falling tree- and Some things happen all at once. www.butitwillturnoutwrong.com

29 Maggio > 2 Giugno, Jan Ritsema
Jan Ritsema, nato in Olanda nel 1945, ha diretto numerose compagnie teatrali olandesi e belga. Con l’International Theatre Bookshop, da lui fondato nel 1978, ha pubblicato oltre 300 libri di teatro, danza e cinema. Dal 1995 svolge anche attività di danzatore. Jan predilige gli aspetti corposi, complessi, intellettuali, dell’attività artistica. Le sue creazioni per il teatro seguono le tracce del pensiero stesso, che in tutta la sua apertura, incertezza e infinità richiede un seguito complesso. Nel 2006 fonda, in un vecchio convento vicino alla cittadina francese di Reims, il PerformingArtsForum (PAF), uno spazio aperto dedicato alle residenze e alla formazione per sperimentare nuove vie di produzione e sviluppo di progetti dedicati alle performing arts e per ripensare la formazione nell’ambito delle performing arts. http://pa-f.net

4 > 10 Giugno, Aydin Teker
Aydin Teker (Turchia). Pioniera della danza contemporanea in Turchia, lavora a Istanbul da oltre venticinque anni. Aydin Teker ama mettere i corpi in situazioni destabilizzanti, testando la loro capacità di adattamento dinamico a condizioni estreme. In harS, il suo nuovo lavoro, una arpa diviene una estensione del corpo umano. Ovunque venga portata dalle manipolazioni, l’identità funzionale dello strumento è dissimulato a favore di una qualità pura e scultorea. Il workshop condotto ad IFA09 sarà basato sugli studi pedagogici in corso di Aydin nell’insegnamento di Tecniche Classiche. All’interno di questo approccio sperimentale anatomico, i sistemi scheletrici, muscolari e neurologici vengono enfatizzati durante e in relazione alle tecniche insegnate. Gli studenti sono diretti verso la costruzione del proprio modo di ascoltare e controllare i propri corpi a vari livelli. Procedendo verso una comprensione più profonda della loro anatomia, la loro relazione alla tecnica e le nuove informazioni cambiano. L’apprendimento avviene così con modalità molto rapide e organiche. www.aydinteker.com

11 > 16 Giugno, Gustavo Frigerio
Gustavo Frigerio (Roma) regista ed attore di teatro ed opera, ha studiato danza (tecnica Cunnigham e contact improvisation con Steve Paxton e Lisa Nelson), teatro ( Grotowski, Richard Schechner, Peter Brook), voce (Tecnica Linklater, Zigmunt Molik) e coscienza del corpo (tai-chi-chuan, yoga e Ideokinesis). I sui lavori, spettacoli nei quali si fondono diverse discipline in una sorta di partitura compositiva, sono stato presenti nei festival e nei teatri di tutta Europa. Ha insegnato alla Scuola D’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, in molte altre istituzioni in Europa, ad Amsterdam, Anversa, Rotterdam, Ljubljana. E’ attualmente docente alla Ecole du Théâtre des Teintureries di Losanna.

17 > 23 Giugno, Cláudia Dias
Cláudia Dias (Portogallo) nasce a Lisbona nel 1972. Ha iniziato lo studio della danza classica con Maria Franco presso la Academia Almadense. Ha proseguito gli studi come allieva della Companhia de Dança de Lisboa. Ha sviluppato la sua attività di performer presso il gruppo di danza Almada, in particolare nei lavori con Peter Michael Dietz. Ha fatto parte del collettivo Ninho de Viboras, dove in qualità di attrice ha partecipato a numerosi progetti teatrali di Karas, avviando nello stesso tempo una collaborazione artistica con Maria João Garcia con cui ha fondato il progetto Intérpretes Procuram Criador. Collabora dal 2001 con RE.AL. Iniziata la fase di ricerca per la sua creazione Visita Guiada [2005] durante la sua partecipazione a LAB 11, ha successivamente sviluppato e presentato il lavoro in occasione del programma “Hors-Série” presso il Centre Chorégraphique de Montpellier. Dirige, insieme a João Fiadeiro, Tiago Guedes e Márcia Lança i corsi di Tecnica di Composizione in Tempo Reale all’atelier RE.AL. www.re-al.org